Le Casette dell’acqua, un tuffo nel passato


Ultimamente stanno spopolando le famigerate casette dell’acqua, anche nel mio Paese ce n’è una!

Dove abiti tu c’è? Sai cosa penso?

Penso che le casette dell’acqua fondamentalmente siano una buona idea perché evitano l’acquisto delle bottiglie d’acqua e quindi sono un grandissimo contributo per l’ambiente.

Infatti permetterebbero di diminuire l’utilizzo di tonnellate di plastica e aiuterebbero anche a ridurre i costi della raccolta rifiuti che tu stesso paghi al tuo comune.
Non solo sono parecchio diffuse ma in alcuni posti vengono anche utilizzate molto.
 

Le casette dell’acqua, una grande idea ma…

Ma se veramente è così una grande idea, come mai c’è qualcuno che non le usa e preferisce comprarsi l’acqua in bottiglia?
Perché, benché si risparmi qualcosina andando lì ad approvvigionarsi dell’acqua necessaria per la propria famiglia diciamoci la verità, non è proprio così comodo!

Per prima cosa alla casetta dell’acqua raramente ci puoi andare a piedi, a meno che non te l’abbiano messa proprio sotto casa.

Se dista anche solo un paio di km da casa tua come fai? Non andrai mica a piedi con due belle cassette d’acqua da 12kg sottobraccio?

Quindi devi prendere la macchina, (magari dopo che sei stato nel traffico un’ora per tornare dalla pesante giornata di lavoro) e andare a riempire le bottiglie come si faceva una volta andando al pozzo. Oltretutto non puoi fare il furbo, o meglio lo puoi fare ma a tuo discapito.

Riempire quantità industriali di bottiglie non è una scorciatoia per fare meno fatica, anzi è solo peggio per te.
È consigliato consumare l’acqua spillata entro un massimo di 12/24 ore. Quando stai “imbottigliando’’ l’acqua alla casetta non la stai mettendo in recipienti sterili e poi sigillati.

Quindi mantenerla lì dentro per periodi lunghi può comprometterne la qualità.
Magari d’estate può anche far piacere uscire mezz’oretta prima di cenare per farsi un giro e approfittarne per l’approvvigionamento… ma non oso pensare d’inverno quanto sia antipatica questa cosa durante l’inverno!
 

Mi immagino già la scena

Tu che torni da lavoro che già c’è buio pesto come quando sei partito la mattina, entri nel caldo tepore di casa tua e ti metti sul divano e poco prima di mangiare tua moglie ti dice di andare a prendere l’acqua alla casetta… hai così tanta voglia che piuttosto berresti solo vino, ma a tuo figlio di 8 anni non farebbe tanto bene.

Quindi di nuovo sciarpa, cappotto e guanti e via a prendere l’acqua!

Dai questa non dirmi che è comodità, può essere un piccolo risparmio (sempre che non li spendi in benzina) ma proprio comodità no! La vera comodità sarebbe avere un purificatore tutto tuo direttamente a casa tua.
E dato che la prima domanda che sorge spontanea è ‘’quanto mi costa?’’ voglio dirti questo.Senza esserne consapevoli oggigiorno spendiamo un valanga di soldi per essere circondati da comodità che sono solamente costi vivi e non ammortizzabili, ti faccio qualche esempio.

  • Il cancello elettrico o il box sono due comodità ma non le ammortizzeremo mai perché non portano ad un risparmio, anzi oltre a dover sostenere le spese per farli installare arriverà anche una bolletta più cara per la corrente che consumano.
  • L’asciugatrice idem.Certo a non dover aspettare due giorni prima che si asciughino i vestiti è fantastico, ma anche questo comporta una spesa per l’acquisto e un maggior consumo di corrente.
  • I primi sistemi wi-fi di qualche anno fa costavano parecchio, ma ti permettevano di girare per tutta la casa con il portatile senza stare attaccato al cavo di rete (quando funzionavano).

Sono molti altri i comfort che ci concediamo e non sappiamo quanto ci costano, ma quando si parla di un purificatore d’acqua si tende a pensarci.
 

Probabilmente il processo mentale è contorno e funziona più o meno così.

Devi prendere un’asciugatrice, sai che ti costa x e sarà una grande comodità. Ma dato che attualmente far asciugare i panni non ti costa nulla tendi a non far un paragone e accetti di dover fare una spesa in cambio di una comodità.

Se invece parliamo di un purificatore d’acqua che vuoi acquistare e sai che ti costa x, tu probabilmente sai anche quanto stai spendendo di acqua in un mese o in un anno e quindi cadi in un paragone tra le due spese tralasciando il fattore comodità. A parte il fatto che nel medio termine risparmi comunque avendone uno.

Praticamente sposti la tua attenzione tra la comodità che avresti a quanto ti costerebbe averla, è strano ma è così.
Acquistando un’asciugatrice avresti una spesa infinite volte superiore a quella che stai sostenendo al momento che è pari a zero.
Acquistando un purificatore avrai inizialmente una spesa di poco superiore a quella che stai sostenendo adesso e un risparmio elevato nel medio-lungo termine pur avendo una comodità ineguagliabile!
 

Tornando alle casette dell’acqua volevo anche farti un accenno per quanto riguarda il punto di vista igienico.

Ce ne sono certe che sono sufficientemente curate e mantenute, altre invece no, ma non voglio entrare nell’argomento manutenzioni.

Quello che voglio farti notare è che alcune casette sono state progettate almeno con il buon senso di non avere il punto di erogazione dell’acqua esposto a intemperie e contaminazioni provenienti dall’ambiente esterno. 
Altre invece, (non riesco a spiegarmi per quale motivo) sono state fatte con il punto di erogazione alla portata di tutti.

Il punto di erogazione non dovrebbe essere facilmente raggiungibile da un utilizzatore.
C’è chi riempie la bottiglietta dalla quale ha bevuto a canna fino un attimo prima e per non sbagliare mira l’appoggia per bene proprio lì dove esce l’acqua, così il fortunato dopo di lui beve acqua e bava.

Sì lo so che fa schifo, ma è così! Ci sono altre cose che non ti voglio neanche dire altrimenti sembro un terrorista ma ti garantisco che ce ne sarebbero delle belle da raccontare.

Queste casette dell’acqua che sembrano tanto un innovazione a me sembrano più un tuffo nel passato

Fai la tua scelta… 

PS: se vuoi essere guidato e aiutato a capire quale sia il Sistema Zero Bottiglie™ che fa al caso tuo, ti basta compilare il modulo qui sotto e ti offriremo una CONSULENZA GRATUITA

Scarica lo speciale Report GRATUITO!

Scarica il Report GRATUITO

Inserisci qui sotto la tua mail e scarica subito il Report GRATUITO per scprire la terribile verità che nessuno ti vuole dire

Non perdere altro tempo, richiedi subito una consulenza TELEFONICA, GRATUITA e SENZA IMPEGNO per scegliere il Purificatore d’acqua più adatto a te!